Iscriviti per essere informato sui nostri aggiornamenti: Feed RSS

Web
Social Media
Twitter e Hashtag

03 lug
2014

Twitter e Hashtag

Autore: Monica
Commenti: 0
twitter-hashtag

Avrete sicuramente notato che in diversi tweets alcune parole sono precedute dal cancelletto (#). Bene, quelli sono hashtag.

Gli hashtag sono uno dei modi più efficienti per organizzare le informazioni su Twitter, mettere in relazione contenuti simili e di conseguenza persone che parlano degli stessi argomenti.
I motivi per cui si utilizzano gli hashtag sono principalmente 2:
1. Tracciare o seguire un evento
2. Incrementare la propria visibilità

L’hashtag permette di seguire un determinato evento e tutti i Tweet inerenti quell’evento. Ad esempio per i mondiali di calcio brasiliani (#Mondiali), oppure con il concerto del 1° Maggio (#PrimoMaggio).

Chi può creare un hashtag su twitter? E come si crea un hashtag?

Tutti possono creare un hashtag, in ogni momento; è semplice, basta scrivere una frase nella forma “#parolachiave” in un tweet.

Se ad esempio durante questa lettura scrivessi un tweet, potresti scrivere “Sto leggendo un articolo di #apvd su come usare gli #HashtagSuTwitter.” Chi cercherà uno di quegli hashtag vedrà il tuo tweet.

Altri utenti di Twitter potranno usare quegli hashtags nei loro tweet per partecipare alla conversazione su quell’argomento.

Ecco alcuni accorgimenti per creare un hashtag virale e di successo

#1 Cerca su Twitter se il tuo hashtag esiste già e chi sta tweettando riguardo un determinato argomento. Ora che hai qualche informazione, puoi usare il tuo hastag inserendolo in un tweet con un link ad un post che tratta l’argomento o, se vuoi farti notare, inserisci la tua creazione a fianco di un hashtag già conosciuto, così avrai occasione di comparire nei risultati di ricerca.

#2 Non creare un hashtag troppo generico per non rischiare che sia già in uso con contenuti non legati all’evento; ad esempio potresti aggiungere l’anno se si tratta di eventi annuali, oppure la città se è qualcosa di itinerante. Come qualsiasi slogan ricorda che anche un hashtag ha bisogno di essere d’impatto, facile da ricordare e scrivere.

Se invece vuoi usare un hashtag esistente, assicurati di scriverlo in modo corretto e che non ci siano spazi tra le parole che vuoi includere nell’hashtag. Le lettere maiuscole invece non contano. Perciò “#apvd”, “#Apvd”, e “#APVD” produrranno tutti lo stesso risultato.

#3 Non è buona norma inserire in un solo tweet (che ha un numero di caratteri ben limitato) più di tre parole chiave precedute dal cancelletto. Meglio limitarsi a uno, massimo due hashtag.

#4 E’ sempre meglio contestualizzare l’hashtag. Gli utenti difficilemte troveranno interessante un tweet il cui contenuto si limiti solamente all’hashtag #nomeevento. Meglio che l’hashtag sia seguito o preceduto da una frase che ne chiarisca il contesto.

#5 Chi l’ha detto che il cancelletto si può usare solamente su Twitter? se hai un blog o una pagina Facebook, promuovi il tuo hashtag anche lì, utilizzandolo sui tuoi post, magari inserendolo alla fine per salutare gli utenti.

NESSUN commento