Iscriviti per essere informato sui nostri aggiornamenti: Feed RSS

Generale
Il terremoto non vince in Emilia

04 giu
2012

Il terremoto non vince in Emilia

Autore: Alcide
Commenti: 1
Tags:
Il Terremoto NON vince Emilia

Cari colleghi imprenditori,
la nostra è una piccola realtà nel territorio colpito dal sisma; il nostro stabile non è crollato nè lesionato, ma le ferite nel nostro cuore e nelle nostre menti sono più che mai aperte. Le immagini desolanti di interi quartieri industriali trasformati in macerie e di città come Cavezzo, Mirandola e Medolla, semidistrutte dal terremoto danno solo in parte l’idea di ciò che è avvenuto realmente.

La paura cresce ad ogni scossa e queste non sembrano finire mai. Tutto questo, anche in virtù dell’indotto che ne deriva ha creato anche per le aziende come la nostra una situazione di stallo pressochè totale. Noi siamo ostinatamente presenti in azienda anche in questi giorni, i nostri sforzi sono incentrati sulla continuità del servizio, anche nel disagio fisico e morale a cui siamo sottoposti.

Cerchiamo comunque di tirare avanti, forti di una convinzione che nemmeno il terremoto può smuovere: LA NOSTRA TERRA NON SI ARRENDERÀ e continuerà a produrre servizi e beni di primissima qualità per tutto il paese, contribuendo fortemente alla rinascita del nostro importante tessuto economico.

Vi invitiamo calorosamente a visitare il nostro nuovo sito web, con relativo video istituzionale, per fornirvi un’idea precisa sui servizi che siamo in grado di offrire a condizioni economiche particolarmente vantaggiose e improntati alla massima flessibilità.

Un grazie di cuore anticipato per la Vostra concreta prova di solidarietà.

Alcide Po
APVD srl

1 Commento:

  • Ausonio Alemanni / giu 08

    Caro Po, mi fa un grande piacere apprendere che la sua bellissima azienda non ha subito nessun danno, pur trovandosi in questo momento in “fase di stallo”.
    Ma già i TG ci mostrano aziende che lavorano sotto le tende e si sono fornite di box-ufficio mobili. Questi Emiliani ! Ma chi riesce a fermarli ? Forse solo i politici che sono peggio delle calamità naturali. Comunque i miei migliori auguri, di cuore perchè se li merita.
    Ausonio Alemanni