Iscriviti per essere informato sui nostri aggiornamenti: Feed RSS

Blog

03 feb
2015

Prendi un Aper-Attivo con noi!

Autore: admin
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag
aperattivi-business


Giovedì 19 Febbraio 2015 – ore 18.00
con Monica Selmi – APVD srl

  • Ti sei mai posto degli obiettivi precisi in termini di business su cosa vuoi ottenere da Internet?
  • Desideri essere sempre visibile per i tuoi clienti che ti cercano da smartphone?
  • E’ importante analizzare il comportamento degli utenti sul tuo sito web?

 

Gli incontri gratuiti e riservati a un numero ristretto di imprenditori e manager di piccole e medie imprese si svolgeranno presso la sede di P&B Servizi in Via Zappiano 1/G a Carpi.
CLICCA QUI SE DESIDERI PARTECIPARE!

28 gen
2015

EVOLVERSI: Dal dire al costruire

Autore: admin
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag
aperattivi

Dopo l’interesse suscitato dal convegno “evolversi per non estinguersi” P&B Servizi in collaborazione con APVD srl, propone una serie di incontri – aperitivo per proseguire sulla strada del cambiamento.

 

Desideri partecipare ad uno o più Incontri Aper-Attivi? Scrivici!

Gli incontri gratuiti e riservati a un numero ristretto di imprenditori e manager di piccole e medie imprese si svolgeranno presso la sede di P&B Servizi in Via Zappiano 1/G a Carpi

09 gen
2015

Charlie Hebdo

Autore: admin
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag

22 lug
2014

Norme EU sui cookies? mettiamo a norma il nostro sito web!

Autore: admin
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag
COOKIE

La normativa Europea prevede che tutti i siti web devono informare i visitatori se e come vengono utilizzati i cookies.

COSA FARE PER ESSERE IN REGOLA

In realtà il mondo internet sta reagendo molto lentamente, in ogni caso c’è sempre il rischio di incorrere in sanzioni se non ci si adegua al nuovo regolamento. Interpretando la normativa, ma soprattutto seguendo l’esempio degli enti preposti al controllo la cura non sembra particolarmente complessa, è infatti sufficiente mostrare un messaggio (ci sono diversi modi per farlo ad esempio attraverso pop up, lightbox, barre di stato o messaggi di avviso) che renda noto all’utente che il sito fa uso di cookies e ne richieda l’accettazione, inserendo magari anche il link ad una pagina di approfondimento in cui ci sia la descrizione dei cookies utilizzati.

Riteniamo che per adeguarsi alla nuova legge, e soprattutto coprire ogni eventualità in un’unica mossa, il metodo più idoneo sia mostrare un pannello lightbox con cui si rende noto che il sito utilizza cookies, che non permetta la navigazione fino a quando non venga accettato, ricevendo così l’autorizzazione ad attivare i cookies.

03 lug
2014

Twitter e Hashtag

Autore: Monica
Commenti: 0
twitter-hashtag

Avrete sicuramente notato che in diversi tweets alcune parole sono precedute dal cancelletto (#). Bene, quelli sono hashtag.

Gli hashtag sono uno dei modi più efficienti per organizzare le informazioni su Twitter, mettere in relazione contenuti simili e di conseguenza persone che parlano degli stessi argomenti.
I motivi per cui si utilizzano gli hashtag sono principalmente 2:
1. Tracciare o seguire un evento
2. Incrementare la propria visibilità

L’hashtag permette di seguire un determinato evento e tutti i Tweet inerenti quell’evento. Ad esempio per i mondiali di calcio brasiliani (#Mondiali), oppure con il concerto del 1° Maggio (#PrimoMaggio).

Chi può creare un hashtag su twitter? E come si crea un hashtag?

Tutti possono creare un hashtag, in ogni momento; è semplice, basta scrivere una frase nella forma “#parolachiave” in un tweet.

Se ad esempio durante questa lettura scrivessi un tweet, potresti scrivere “Sto leggendo un articolo di #apvd su come usare gli #HashtagSuTwitter.” Chi cercherà uno di quegli hashtag vedrà il tuo tweet.

Altri utenti di Twitter potranno usare quegli hashtags nei loro tweet per partecipare alla conversazione su quell’argomento.

Ecco alcuni accorgimenti per creare un hashtag virale e di successo

#1 Cerca su Twitter se il tuo hashtag esiste già e chi sta tweettando riguardo un determinato argomento. Ora che hai qualche informazione, puoi usare il tuo hastag inserendolo in un tweet con un link ad un post che tratta l’argomento o, se vuoi farti notare, inserisci la tua creazione a fianco di un hashtag già conosciuto, così avrai occasione di comparire nei risultati di ricerca.

#2 Non creare un hashtag troppo generico per non rischiare che sia già in uso con contenuti non legati all’evento; ad esempio potresti aggiungere l’anno se si tratta di eventi annuali, oppure la città se è qualcosa di itinerante. Come qualsiasi slogan ricorda che anche un hashtag ha bisogno di essere d’impatto, facile da ricordare e scrivere.

Se invece vuoi usare un hashtag esistente, assicurati di scriverlo in modo corretto e che non ci siano spazi tra le parole che vuoi includere nell’hashtag. Le lettere maiuscole invece non contano. Perciò “#apvd”, “#Apvd”, e “#APVD” produrranno tutti lo stesso risultato.

#3 Non è buona norma inserire in un solo tweet (che ha un numero di caratteri ben limitato) più di tre parole chiave precedute dal cancelletto. Meglio limitarsi a uno, massimo due hashtag.

#4 E’ sempre meglio contestualizzare l’hashtag. Gli utenti difficilemte troveranno interessante un tweet il cui contenuto si limiti solamente all’hashtag #nomeevento. Meglio che l’hashtag sia seguito o preceduto da una frase che ne chiarisca il contesto.

#5 Chi l’ha detto che il cancelletto si può usare solamente su Twitter? se hai un blog o una pagina Facebook, promuovi il tuo hashtag anche lì, utilizzandolo sui tuoi post, magari inserendolo alla fine per salutare gli utenti.

14 mag
2014

Stampa le tue foto Instagram con noi!

Autore: Matteo
Commenti: 0
Stampare foto Instagram

Hai mai pensato di riempire una parete intera di casa (o della tua azienda, perché no!) di foto? Credi che il formato più “azzeccato” sia quello delle vecchie Polaroid, rilanciato da Instagram nell’ultimo periodo?

Beh, abbiamo la soluzione adatta a te: da oggi puoi stampare le tue foto “Instagram” con noi, e riceverle racchiuse in una graziosa confezione di cartoncino!

Le tue immagini verranno stampate in formato 10x10cm su un cartoncino rigido e plastificate, per mantenerle bellissime nel tempo, ed evitare la classica “impronta digitale” sul fronte!

Il tutto con la massima cura, per un risultato davvero emozionante!

Scopri i prezzi qui www.apvd.it/pola

19 mar
2014

Che privilegio sostenere il Made in Italy!

Autore: admin
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag
weg-made-in-italy

Weg, azienda del settore fashion e moda a Carpi, si occupa di ricercare, sviluppare e produrre collezioni di abbigliamento Made in Italy.
Weg ha scelto Apvd per realizzare un Company Profile che potesse sintetizzare in poche pagine il loro servizio altamente qualificato.

Il progetto comprendeva anche l’aggiornamento del sito web per renderlo coordinato alla nuova immagine aziendale.

La grafica essenziale ma nello stesso tempo accattivante e la carta “Splendor gel” scelta per la stampa, con la sua particolarità di essere “vellutata al tatto”, hanno reso bene il concetto di “simple but glamorous”.

17 dic
2013

Se puoi rendere felice una persona fallo!

Autore: admin
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag

15 nov
2013

SIXS mette la freccia!

Autore: Matteo
Commenti: 0
SIXS - responsive website APVD

SIXS è uno di quei progetti che è “nato” e cresciuto in APVD e che quindi portiamo sempre con piacere tra le nostre case history.

Dalla prima versione a quella che abbiamo rilasciato la settimana scorsa sono passati anni e… tante tante righe di codice! Il prodotto SIXS è cresciuto esponenzialmente e con lui anche la comunicazione WEB e tradizionale.
Leggi tutto “SIXS mette la freccia!” »

10 ago
2013

Come promuovere la tua App offline?

Autore: Monica
Commenti: 0
Tag: Non ci sono tag
qr-code

Tra gli strumenti per promuovere la tua APP offline oltre ai classici volantini, cartoline o brochure da lasciare in luoghi molto affollati dove sappiamo che ci sono potenziali clienti, vogliamo dedicare questo posti al QR-CODE .

Il QR-CODE è un particolare tipo di “codice a barre” che se sei stato attento avrai sicuramente visto in cartelloni pubblicitari o riviste.
Il bello del QR-CODE è che quando lo leggi con uno smartphone, permette al cliente di scaricare direttamente la tua app.

Potreste creare un espositore o un piccolo pannello da mettere in bella vista, con un grosso QR-CODE che dice “Scaricami” (o qualcosa del genere) già all’ingresso in azienda o della Show Room; oppure potreste creare magliette e gadget personalizzati da far indossare al tuo personale oppure da regalare ai clienti.

Insomma: tutto il materiale commerciale dovrebbe avere un QR-CODE per far scaricare direttamente la app e diffonderla il più possibile.